Definitiva la proroga degli “Eco-bonus”

Il Governo nella seduta di oggi a Palazzo Chigi ha, tra l’altro, potenziato il regime di detrazioni fiscali che passerà dal 55% per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici (detrazione in scadenza il 30 giugno prossimo) al 65% e prorogato le detrazioni fino al 31 dicembre 2013 o fino al 31 dicembre 2014 (per le ristrutturazioni importanti dell’intero edificio).

È stato definitivamente approvato il decreto legge che recepisce la direttiva 2010/31/UE e che mira a dare un’adeguata risposta alla necessaria ed urgente esigenza di favorire la riqualificazione e l’efficienza energetica del patrimonio immobiliare italiano in conformità al diritto dell’Unione Europea e nell’approssimarsi della scadenza degli attuali benefici.
Il decreto legge ha l’obiettivo di promuovere il miglioramento della prestazione energetica degli edifici, di favorire lo sviluppo, la valorizzazione e l’integrazione delle fonti rinnovabili negli edifici, di sostenere la diversificazione energetica, di promuovere la competitività dell’industria nazionale attraverso lo sviluppo tecnologico e, di conseguire gli obiettivi nazionali in materia energetica e ambientale.
Con l’approvazione del decreto legge è previsto un forte potenziamento dell’attuale regime di detrazioni fiscali che passerà dal 55% per gli interventi di miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici (detrazione in scadenza il 30 giugno prossimo) al 65%, concentrando la misura sugli interventi strutturali sull’involucro edilizio, maggiormente idonei a ridurre stabilmente il fabbisogno di energia. Così, per le spese documentate sostenute a partire dal 1° luglio 2013 fino al 31 dicembre 2013 o fino al 31 dicembre 2014 (per le ristrutturazioni importanti dell’intero edificio), spetterà la detrazione dell’imposta lorda per una quota pari al 65% degli importi rimasti a carico del contribuente, ripartita in 10 quote annuali di pari importo.