Riscossione dei contributi di spettanza dell’Inps: ecco altre due causali contributo

L’Agenzia delle Entrate rende noto le causali contributo Inps per la riscossione, tramite il modello di pagamento F24, dei contributi a favore dei lavoratori dipendenti in aspettativa per cariche pubbliche elettive e per la riscossione della contribuzione aggiuntiva sindacalisti (Agenzia entrate – risoluzioni nn. 37/E e 38/E del 05 maggio 2016).

A tal fine, per consentire il versamento dei suddetti contributi di spettanza dell’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale (INPS), mediante il modello F24, sono state istituite le seguenti causali contributo, da esporre nella sezione “INPS”, nel campo “causale contributo” del citato modello:
– “CPEO” denominata “Contributi a favore dei lavoratori dipendenti in aspettativa per cariche pubbliche elettive di cui all’articolo 38, della legge 23 dicembre 1999, n. 488”;
– “ASOO” denominata “Contribuzione aggiuntiva sindacalisti di cui all’articolo 3, comma 5, del decreto legislativo 16 settembre 1996, n. 564”.

Nella sezione Inps del modello di pagamento, in corrispondenza della colonna “importi a debito versati”, devono essere indicati:
– nel campo “codice sede”, il codice della sede Inps presso la quale è aperta la posizione contributiva aziendale;
– nel campo “matricola INPS/codice INPS/filiale azienda”, il codice che identifica la posizione contributiva aziendale;
– nel campo “periodo di riferimento”, il mese e l’anno di inizio e di fine competenza del contributo.