Alluvione Parma e Piacenza: adempimenti e versamenti sospesi fino al 30 giugno

Gli abitanti residenti e le imprese operanti nei territori delle province di Parma e Piacenza colpiti dagli eventi meteorologici dei giorni 13 e 14 settembre 2015 possono sospendere gli adempimenti ed i versamenti tributari fino al 30 giugno 2016 (Ministero dell’Economia e delle Finanze – Decreto 12 febbraio 2016)

DICHIARAZIONE DELLO STATO DI EMERGENZA

In conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che nei giorni 13 e 14 settembre 2015 hanno colpito il territorio delle province di Parma e Piacenza, il Governo ha dichiarato lo stato di emergenza al fine di consentire l’adozione dei provvedimenti straordinari, necessari al ripristino di condizioni di normalità.
In considerazione dei danni ingenti, che hanno causato l’evacuazione di molte famiglie dalle proprie case, l’interruzione di numerose attività imprenditoriali e del sistema di infrastrutture pubbliche e di pubblica utilità, la Regione Emilia-Romagna ha chiesto la sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari con riferimento al territorio dei Comuni delle province di Parma e Piacenza danneggiati dagli stessi eventi atmosferici.
Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha disposto, quindi, la sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari scadenti nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 e il 30 giugno 2016.

SOGGETTI BENEFICIARI DELLA SOSPENSIONE

Possono beneficiare della sospensione dei termini relativi agli adempimenti e versamenti tributari:
– le persone fisiche, che alla data del 13 e 14 settembre 2015, avevano la residenza ovvero la sede operativa nel territorio dei comuni danneggiati;
– i soggetti, diversi dalle persone fisiche, aventi la sede legale o la sede operativa nel territorio dei medesimi comuni danneggiati.

ADEMPIMENTI SOSPESI

La sospensione si applica ai versamenti e agli adempimenti tributari, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, nonché dagli avvisi di accertamento esecutivi, scadenti nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2016 e il 30 giugno 2016.
Non è applicabile, invece, alle ritenute fiscali che devono essere operate e versate dai sostituti d’imposta. Tuttavia, qualora vi sia un’impossibilità dei sostituti ad effettuare gli adempimenti e i versamenti delle ritenute nei termini previsti, opera l’esimente della causa di forza maggiore che esclude la punibilità della violazione.

In relazione a versamenti comunque eseguiti, è esclusa la possibilità di ottenere rimborsi per effetto della sospensione. Tutti gli adempimenti ed i versamenti per i quali si beneficia della sospensione dovranno essere eseguiti in unica soluzione entro il 15 luglio 2016.

ELENCO DEI COMUNI DANNEGGIATI

PROVINCIA DI PARMA
1. Comune di Compiano;
2. Comune di Varsi

PROVINCIA DI PIACENZA
1. Comune di Bettola;
2. Comune di Bobbio;
3. Comune di Cerignale;
4. Comune di Coli;
5. Comune di Corte Brugnatella;
6. Comune di Farini;
7. Comune di Ferriere;
8. Comune di Gazzola;
9. Comune di Lugagnano;
10. Comune di Morfasso;
11. Comune di Ottone;
12. Comune di Piacenza (frazione Borghetto, frazione Roncaglia, frazione Sant’Antonio loc. Case di Rocco);
13. Comune di Podenzano;
14. Comune di Ponte dell’Olio;
15. Comune di Pontenure;
16. Comune di Rivergaro;
17. Comune di San Giorgio Piacentino;
18. Comune di Travo;
19. Comune di Vigolzone