Legalità e sicurezza nei cantieri edili bresciani

Firmato, tra l’Ance Brescia, il Comune di Brescia e le OO.SS. FENEAL-UIL, FILCA-CISL, FILLEA-CGIL e la Cassa Assistenziale Paritetica Edile di Brescia il Protocollo sul rafforzamento della legalità nell’edilizia pubblica e privata.

Al fine di contrastare il lavoro irregolare in ogni sua forma, nonché le pressioni della criminalità organizzata nel settore edile sia pubblico che privato, le Parti si impegnano ad assicurare la legalità a partire dalla garanzia del pieno rispetto della disciplina legislativa in materia di lavoro e di regolarità contributiva e assicurativa all’interno dei luoghi di lavoro e dei cantieri.
Con il presente protocollo quindi, le Parti hanno stabilito che:

– nell’ambito dell’edilizia privata le lavorazioni edili dovranno essere eseguite da imprese iscritte alla Cassa Edile, la cui iscrizione sia attestata mediante l’esibizione del Documento Unico di regolarità Contributiva rilasciato dalle Cassa Edili.
Le verifiche saranno effettuate a campione dal Comune che ne darò comunicazione preventiva ai proprietari.
– nell’ambito degli appalti pubblici, ogni concorrente dovrà rilasciare autodichiarazione di iscrizione alla Cassa Edile con il relativo codice. Anche nel capitolato sarà previsto che eventuali imprese subappaltatrici, qualora il subappalto abbia oggetto prevalente l’esecuzione delle lavorazioni edili, siano iscritte alla Cassa Edile con il relativo codice. Ogniqualvolta sia necessario il DURC si dovrà quindi verificare che lo stesso sia stato rilasciato anche dalla Cassa Edile.