Spesometro: ecco il nuovo modello di comunicazione polivanente

L’Agenzia delle Entrate, a fronte delle osservazione delle associazioni di categoria e degli operatori economici, ha fornito le relative istruzioni e le specifiche tecniche del nuovo modello di comunicazione polivalente (Agenzia entrate – provvedimento n. 94908/2013).

Il modello di comunicazione polivalente, come già specificato dall’Agenzia delle entrate, può essere utilizzato per comunicare all’Anagrafe Tributaria:
– le operazioni rilevanti ai fini Iva;
– le operazioni in contante legate al turismo, di importo pari o superiore a mille euro, effettuate nei confronti delle persone fisiche di cittadinanza diversa da quella italiana e comunque diversa da quella di uno dei paesi dell’Unione europea ovvero dello Spazio economico europeo, che abbiano residenza fuori dal territorio dello Stato;

– gli acquisti da operatori della Repubblica di San Marino;
– le operazioni effettuate con controparti residenti o domiciliate in paesi a fiscalità privilegiata individuati dal D.M.4.5.1999 e dal D.M. 21.11.2001.

In merito alle operazioni rilevanti ai fini Iva, per le cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali sussiste l’obbligo di emissione della fattura, l’obbligo di comunicazione è assolto con la trasmissione, per ciascun cliente e fornitore, dell’importo di tutte le operazioni attive e passive effettuate.
Per le operazioni per le quali non sussiste l’obbligo di emissione della fattura, la comunicazione telematica deve essere effettuata qualora le operazioni siano di importo pari o superiore a euro 3.600, comprensivo dell’imposta sul valore aggiunto.

In riferimento all’anno 2012, per i soggetti passivi che effettuano la liquidazione mensile ai fini Iva, la comunicazione va effettuata entro il 12 novembre 2013. Per tutti gli altri soggetti, sempre in riferimento all’anno 2012, l’obbligo di comunicazione deve essere assolto entro il 21 novembre 2013.
Bensì, per le comunicazioni relative all’anno 2013 e successivi, per i soggetti passivi che effettuano la liquidazione mensile ai fini Iva, l’obbligo di trasmissione va assolto entro il 10 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento.
Sempre in riferimento al 2013, per gli altri soggetti passivi, la comunicazione va effettuata entro il 20 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento.

Il modello deve essere presentato con riferimento all’anno solare e per le operazioni effettuate con controparti residenti in paesi della Black list è necessario indicare anche il mese o il trimestre e per gli acquisti da operatori sammarinesi è necessario indicare il mese.
Infine, l’invio del modello deve essere effettuato mediante il servizio telematico Entratel o Internet (Fisconline); ai fini della comunicazione, i soggetti obbligati possono avvalersi anche degli intermediari (Caf, associazioni di categoria, professionisti).