INAIL, prestazione per i malati di mesotelioma non professionale


Stabilita la misura della prestazione, per il triennio 2018-2020, per i malati di mesotelioma non professionale e i loro eredi.


In particolare, la prestazione è stabilita nella misura di euro 5.600,00 per ciascuno degli anni 2018, 2019 e 2020. L’esposizione familiare deve risultare dalla documentazione attestante che il soggetto abbia convissuto in Italia con il familiare in un periodo in cui quest’ultimo era impiegato, sempre in Italia, in una lavorazione che lo esponeva all’amianto. L’esposizione ambientale è comprovata sulla base della documentazione attestante che il soggetto sia stato residente sul territorio nazionale in periodi compatibili con l’insorgenza della patologia medesima.
Unitamente all’istanza, occorre trasmettere altresì la documentazione sanitaria attestante la patologia mesoteliomica e contenente la data della prima diagnosi, ai fini della compatibilità dei periodi di esposizione, familiare o ambientale, all’amianto con l’insorgenza della patologia stessa. L’Inail – dopo aver esaminato l’istanza ritenuta accoglibile – eroga in un’unica soluzione la prestazione assistenziale entro novanta giorni dalla presentazione dell’istanza; laddove l’Istituto accerti l’incompletezza dell’istanza o della documentazione probante invita il richiedente a fornire le necessarie integrazioni entro il termine di 15 giorni. Tale periodo non si computa ai fini del termine di 90 giorni.


Per gli eredi dei malati di mesotelioma non professionale, la domanda deve essere prodotta da uno solo degli eredi beneficiari all’Inail entro novanta giorni dalla data del decesso del de cuius, su apposito modulo, insieme alla delega degli altri eredi, alla documentazione amministrativa e sanitaria richiesta, nonché a quella probante il decesso per mesotelioma e aalla scheda di morte Istat. La prestazione è corrisposta dall’Inail in un’unica soluzione entro novanta giorni dalla presentazione dell’istanza. Nell’ipotesi in cui l’INAIL accerti l’incompletezza dell’istanza o della documentazione probante invita il richiedente a fornire le necessarie integrazioni entro il termine di 15 giorni.