Spesometro: ecco gli esoneri del Fisco

In un’ottica di progressiva semplificazione degli adempimenti tributari, anche per quest’anno, è prevista per le amministrazioni pubbliche e autonome una esenzione totale dall’obbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva e per i commercianti al dettaglio e tour operator una esenzione parziale della comunicazione delle operazioni attive (Agenzia entrate – provvedimento n. 44922/2015).

Per quest’anno, per le pubbliche amministrazioni e per le amministrazioni autonome l’esonero dalla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini Iva relative al 2014 ha due motivi in più. Infatti, non tiene conto solo del processo di semplificazione degli adempimenti tributari ma anche del carico di lavoro di tali strutture impegnate con i nuovi obblighi in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fatturazione elettronica e di scissione dei pagamenti (split payment) che prevede l’onere di versare direttamente all’erario l’imposta che in fattura viene addebitata loro dai fornitori.

L’esonero parziale previsto per i dettaglianti e per i tour operator che non prevede l’obbligo di comunicazione delle operazioni attive di importo unitario inferiore a 3 mila euro, al netto dell’Iva, è invece, come per gli anni precedenti, legato ad una riduzione e semplificazione degli adempimenti a fronte delle difficoltà segnalate per il tramite delle associazioni di categoria.
Come già specificato, per tali soggetti, l’esonero non è totale: superato il citato limite, scatta l’obbligo di comunicazione.