Ritenute IRPEF sospese per eventi sismici: ripresa il 31 maggio

25 maggio 2018 Ripresa dell’obbligo del versamento delle ritenute IRPEF sospese per eventi sismici a far data dal 24 agosto 2016 (INPS – Messaggio 24 maggio 2018, n. 2108).

Con riguardo alle modalità di versamento delle ritenute sospese per gli eventi sismici verificatisi nei territori delle Regioni Lazio, Marche, Umbria, Abruzzo in data 24 agosto 2016, 26 e 30 ottobre 2016 e 18 gennaio 2017 2016/2017, si precisa che il versamento delle ritenute fiscali sospese a causa dei citati eventi sismici, non versate nel 2017 ad Erario, Regioni e Comuni, deve avvenire a cura del contribuente.
Pertanto, il contribuente che ha richiesto ed ottenuto il beneficio della sospensione delle ritenute fiscali è tenuto a versare tramite F24 le predette ritenute all’Erario in unica soluzione entro il 31 maggio 2018 ovvero con rateizzazione fino a 24 rate senza interessi e sanzioni a decorrere dal 31 maggio 2018.
L’INPS provvederà ad inviare apposita comunicazione al fine di agevolare i soggetti interessati nell’adempimento previsto.
Il diritto alla rateizzazione sussiste anche in caso di cessazione del rapporto di lavoro, ad esempio per sopravvenuta inoccupazione, nonché in caso di revoca della sospensione già richiesta, inoltre, nel caso in cui sia sopravvenuto il decesso del soggetto che ha richiesto al proprio sostituto d’imposta la rateizzazione, il diritto alla medesima sussiste anche in capo agli eredi..